Biografia

     
Riccardo Bisatti (Novara, 2000), pianista e direttore d'orchestra, si è diplomato in pianoforte con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio "Cantelli" di Novara con i M.i Alessandro Commellato e Renato Principe. Attualmente frequenta il Biennio di direzione d'orchestra presso il Conservatorio "Verdi" di Milano con il M°. Daniele Agiman, dopo aver studiato con il M°. Matteo Beltrami. Nel suo percorso di studi approfondisce inoltre lo studio del fortepiano e del clavicembalo. 

Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali vincendo svariati primi premi fra cui il VII° Concours International de piano junior di Orléans con Premio di eccellenza, lode e menzione della giuria e Premio speciale per la migliore esecuzione del brano commissionato per l’occasione, il Premio delle Arti di direzione d'orchestra 2022, il Premio Serbian National Theatre - Novi Sad al IX Concorso Internazionale per direttori d'opera "Luigi Mancinelli", il I° Concorso Internazionale Città di Alessandria, il Concorso di Divertimento Ensemble #iorestoacasa e #suonoperte, il Concorso Nazionale Pianistico “Giulio Rospigliosi” ed il VI° Concorso Internazionale Città di Firenze "Premio Crescendo 2015".
Nel 2017 ha ricevuto, come riconoscimento al talento, la prestigiosa medaglia della Camera dei Deputati ed è stato premiato dalla Presidente Laura Boldrini.
Ha suonato e diretto per importanti festival ed associazioni, tra cui, il Lille Piano Festival, il Festival dei Due Mondi di Spoleto e Casa Menotti, Milano Classica, la stagione del Conservatorio di Ostrava, Piano City Milano (Museo del Teatro alla Scala), Rondò di Divertimento Ensemble (Teatro Litta Milano, GAM Milano, Triennale di Milano, Museo del Novecento Milano, Fabbrica del Vapore Milano, Orsolina 28 Moncalvo), Fazioli Milano, Note in volo Malpensa (Fazioli), Trieste Prima, Accademia Filarmonica Romana, Festival Brin d’herbe di Orléans Concours International (Parc Floreal de la Source Orléans e Château d’Amboise), Musica con le Ali, Gaudete, Amici della musica di Modena, Antiqua, Viotti Festival Vercelli, Fondazione Teatro Coccia Novara, MICO (Musica insieme contemporanea Bologna), Amici delle Serate musicali di Torino, Amici della musica di Modena, Istituto italiano di cultura di Oslo (CIDIM), Società dei concerti di Milano, Bologna Modern, Accademia Internazionale in Liechtenstein, BA Classica, Alagna Music Festival, Associazione Culturale Secondo Maggio Milano, Piedicavallo Festival.  

Nel 2017 esegue un recital a Villa Bossi a Bodio Lomnago su tre strumenti di differenti epoche. Nel 2018 come vincitore del Concours International de piano junior di Orléans suona al Théâtre des Bouffes du Nord a Parigi. Nel 2018 suona in duo con il M°. Alessandro Commellato sia a 4 mani che a due fortepiani e clavicembalo. Nel 2018 viene invitato a tenere un recital al Frac Centre di Orléans per le Journées Européennes du patrimoine. Nel 2018 partecipa al workshop su György Kurtág tenuto dal M°. Olivier Cuendet al Pirelli Hangar Bicocca di Milano. Nel 2020 partecipa ad uno spettacolo che fonde musica, danza e poesia con la partecipazione di Davide Rondoni per la Fondazione Teatro Coccia. Nel 2022 dirige il “Pierrot lunaire” di Schönberg con il soprano Maria Eleonora Caminada ed il controtenore Danilo Pastore. 

Come direttore debutta a 18 anni con "La serva padrona" di Pergolesi. Successivamente dirige "Bastien und Bastienne" di Mozart (Piedicavallo Festival e Viotti Festival Vercelli), "Il Barbiere di Siviglia" di Rossini (Fondazione Teatro Coccia Novara), "Cendrillon" di P. Viardot (Teatro dell’Opera Giocosa Savona), "La traviata" di Verdi (Fondazione Teatro Coccia Novara), "Kiki de Montparnasse" di A. Mannucci (prima esecuzione italiana presso il Conservatorio di Novara) e "La Cenerentola" (versione ridotta) di Rossini (Teatro Sociale di Como, Teatro Comunale di Modena, Teatro dell'Aquila di Fermo e Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno). Nel 2021 dirige al Teatro Sociale di Como "Acquaprofonda" di Giovanni Sollima (progetto “Opera domani” di AsLiCo/Opera di Roma), vincitrice del Premio Abbiati 2022 "Filippo Siebaneck", riproposta al Teatro Ponchielli di Cremona, Teatro Valli di Reggio Emilia, LAC di Lugano, Teatro Carcano di Milano e Fondazione Horcynus Orca di Messina. Nel 2022 dirige "Don Giovanni" con la regia di Mario Martone per l'inaugurazione delle stagioni del Teatro Sociale di Como e del Teatro Fraschini di Pavia, replicato al Teatro Grande di Brescia e al Teatro Ponchielli di Cremona. Ha collaborato inoltre alle riprese cinematografiche di "Cassandra, in te dormiva un sogno" di M. Podda (prima esecuzione assoluta) ed a "La traviata" con la regia di Renata Scotto al Teatro dell’Opera Giocosa di Savona.
Le sue esecuzioni sono state trasmesse da Rai Radio 3, Radio Classique France, Radio Campus Orléans e Venice Classical Radio.
Ha suonato con l’Orchestra dell’Accademia Giovanile dell’Annunciata di Abbiategrasso diretta dal M. Riccardo Doni, con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio Cantelli diretta dal M. Nicola Paszkowski e con la Camerata Ducale Junior.
La sua passione per la musica da camera lo ha portato a suonare con importanti solisti dei Berliner Philarmoniker, della London Symphony Orchestra, della Bayerisches Staatsorchester e della Staatskapelle Berlin. Nel 2021 fonda il Goldberg Piano Trio con Anna Molinari (violino) e Lucia Molinari (violoncello), naturale frutto dell’intensa amicizia e collaborazione musicale, con il quale si esibisce per il Piedicavallo Festival, la Fondazione Teatro Coccia, Musica in scena Novara, Microludi di Cislago e Società del Quartetto di Bergamo. Inoltre per ampliare sempre di più l’orizzonte cameristico fonda nel 2022 l’Ensemble Iri da Iri, con lo scopo di ricercare ed eseguire il repertorio cameristico con organici diversi e con una particolare attenzione al Novecento italiano.
Ha partecipato a numerose e prestigiose masterclasses di perfezionamento, sia di pianoforte che di direzione d’orchestra, tenute da Fabio Luisi, Maria Grazia Bellocchio, Roustem Saïtkoulov, Ulrike Hofmann, Alexei Lubimov, Daniele Agiman, Simone Pedroni, Jeffrey Swann, Roberto Prosseda, Simone Bernardini, Maurizio Baglini, Pietro De Maria, Emilia Fadini, Sofya Gulyak, Filippo Gorini, Marc Bouchkov, Alessandro Torbianelli.
Ha ricevuto una borsa di studio dall'Accademia Internazionale di Musica in Liechtenstein e ha partecipato ad una Music Experience Week ed alle attività offerte dall'Accademia.
Selezionato da Divertimento Ensemble, dal 2016 partecipa al "Call for Young Performers", masterclass di musica contemporanea con Maria Grazia Bellocchio, lavorando anche con i compositori Luca Mosca, Marco Di Bari, Stefano Gervasoni e Alessandro Solbiati.
È membro di Ulysses Network, circuito europeo per la diffusione della musica contemporanea.
Per la stagione 2023 è artista in residence nel Regio Ensemble del Teatro Regio di Torino.


Photo: Mario Finotti

*   *   *